Home Collaboratori

Andrea Terreni

Nato a Milano, dottore di ricerca in storia, è attualmente assegnista di ricerca presso l’International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities dell’Università degli Studi dell’Insubria, con un progetto intitolato “Nuove ricerche di storia e tecnica della costruzione in Europa: per un repertorio europeo dei segni di lapicidi” (“New researches on building history and techniques in Europe. For an european catalogue of stone cutters’ marks”). Presso il medesimo Centro per le storie locali si occupa anche della raccolta ragionata di fonti e documenti cancellereschi per la storia del territorio varesino e alto-milanese nella prima età moderna.

Titoli di studio

Dopo la laurea in Lettere, indirizzo moderno, all’Università degli Studi di Milano, con una tesi di Storia moderna (2000), ha conseguito il titolo accademico di dottore di ricerca in storia presso l’Università degli Studi di Pisa (2006). Si è successivamente diplomato presso la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Milano (2007).

Attività di ricerca

Dal 2004 al 2005 ha partecipato ad attività di schedatura informatica integrale della documentazione raccolta nel fondo ‘Atti di Governo, Albinaggio parte antica’, conservato presso l’Archivio di Stato di Milano, effettuando la regestazione dei singoli documenti ivi raccolti. L’attività è stata svolta nell’ambito del Progetto Interuniversitario - MIUR ‘Frontiere: ceti, territori, culture nell’Italia moderna’, sotto la direzione del prof. Claudio Donati (Università degli Studi di Milano); coordinatore nazionale del Progetto: prof. Alessandro Pastore (Università di Verona).

Dal 2005 collabora con la redazione del Dizionario biografico dei Liguri: dalle origini ai giorni nostri (a cura della ‘Consulta Ligure delle Associazioni per la Cultura, le Arti, le Tradizioni e la Difesa dell'Ambiente’, Genova), svolgendo attività di ricognizione bibliografica e archivistico-documentaria finalizzata alla elaborazione di alcune schede biografiche da inserire in questa opera editoriale articolata in più volumi.

Nel corso del 2007 e del 2008 si è occupato dell’edizione a stampa degli Statuti di Ozzano Monferrato (Alessandria) , a seguito del rinvenimento del manoscritto conservato presso l’Archivio di Stato di Torino, Fondo Monferrato Feudi. Ha compiuto la trascrizione integrale, il commento paleografico e la regestazione delle rubriche dell’originale tardo-quattrocentesco.

Dal 2008 collabora al progetto La memoria degli Sforza, che prevede l’edizione digitale integrale della corrispondenza della cancelleria ducale negli anni di Francesco I Sforza (1450-1466). Trascrizione, regestazione e indicizzazione dei Registri delle Missive conservati presso l’Archivio di Stato di Milano. Una prima parte del materiale documentario digitale è già disponibile e visibile alla pagina: http://www.lombardiabeniculturali.it/missive/

Dal 2007 al 2010, presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Milano, ha svolto attività di collaborazione nell’ambito del Progetto ESC - Edizione Nazionale Digitale dell’ Epistolario di San Carlo. Lavoro di indicizzazione del monumentale corpus epistolare di Carlo Borromeo (70.000 lettere circa): individuazione e digitalizzazione dei nomi di persona, dei toponimi e delle istituzioni (civili ed ecclesiastiche) ricorrenti nelle missive borromaiche. http://www.ambrosiana.eu/cms/progetto1-238.html

Nel corso del biennio 2007-2008 ha condotto attività di catalogazione elettronica di una biblioteca privata di architettura, storia dell’arte, storia dell’architettura, teoria e storia del restauro architettonico (11.000 volumi complessivi), a Sesto San Giovanni, Milano.

Nel 2007 e nel 2008, per l’Università degli Studi dell’Insubria, Varese, presso l’International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities, ha svolto attività di collaborazione dedicandosi a ricerche bibliografiche. Redazione di una bibliografia internazionale ragionata sul tema dei ‘segni dei lapicidi’ nell’ambito dei lavori preparatori del XIX Congresso Internazionale di Studio della Fondazione CISAM: ‘I Magistri Commacini. Mito e realtà del Medioevo lombardo’, Varese-Como, 23-25 ottobre 2008.

Nel biennio 2007-2008, presso la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia, ha collaborato al ‘Progetto Via Carolingia’ attraverso l’individuazione e l’acquisizione di fonti dell’età moderna per la conoscenza delle fasi antiche del territorio lombardo (aree prese in considerazione: appartenenti alle attuali province di Como, Lecco, Milano).

Nel 2008 è stato nominato alla presidenza di Archeion - Amici dell’Archivio di Stato di Milano Onlus.

Svolge attività di coordinamento delle iniziative di valorizzazione e comunicazione al pubblico del patrimonio documentario conservato presso l’Archivio di Stato di Milano; organizzazione e promozione di attività di volontariato culturale; organizzazione di incontri di studio, cicli di conferenze e momenti di attività didattica, di concerto con la Direzione ASMi e la Scuola milanese di Archivistica, Paleografia e Diplomatica. Pagina web di Archeion: http://archiviodistatomilano.it/attivita/Archeion/

Dal 2009 al 2011, presso l’Università degli Studi dell’Insubria, Varese, International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities è stato borsista di ricerca, con un progetto di ricerca dedicato all’ideazione e avvio della banca dati Stone Cutters’ Marks, repertorio europeo dei segni dei lapicidi, con immagini: http://www.cslinsubria.it/banche-dati/stone-cutters-marks.html

Nel 2010 e nel 2011 Ha svolto attività di consulenza per l’inventariazione e la valorizzazione della documentazione conservata presso l’Archivio Storico Famiglia Bagatti Valsecchi, Milano presso il Museo Bagatti-Valsecchi, Milano.

Dal novembre 2006 al novembre 2010 è stato cultore della materia in discipline storico-moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, con attiva partecipazione alle commissioni di esame delle cattedre di Storia della Lombardia nell’età moderna e di Storia economica e sociale dell’età moderna.

Principali pubblicazioni

  • Le relazioni politiche ed economiche degli hombres de negocios genovesi con le élites milanesi nella seconda metà del Cinquecento, in Génova y la Monarquía Hispánica (1528-1713), a cura di M. Herrero Sánchez, Y.R. Ben Yessef Garfia, C. Bitossi, D. Puncuh, «Atti della Società Ligure di Storia Patria», nuova serie - vol. LI (CXXV) fasc. I, Genova 2011, pp. 99-140.
  • Gli statuti di Ozzano Monferrato (1491), introduzione a cura di A.A. Settia, Ozzano Monferrato 2008.
  • Doria, Pellegro, in Dizionario Biografico dei Liguri, VII, Genova 2008, pp. 409-418.
  • «Sogliono tutti i forestieri, i quali vanno a negotiare nelle città d’altri Dominii, essere favoriti et privilegiati». La concessione della «civilitas mediolanensis» ai mercanti-banchieri genovesi nel XVI secolo, in C. Donati (a cura di), Alle frontiere della Lombardia. Politica, guerra e religione nell’età moderna, FrancoAngeli, Milano, 2006, pp. 105-122.